Via Pramollo 16, 33016 Pontebba
0428.90148 info@openleader.it

Strategia SSL Leader

loghi ssl 14-20

 

Il 31 ottobre 2016 Open Leader ha presentato la propria Strategia di sviluppo locale (SSL) ai fini dell’attuazione della misura 19 (Sostegno allo sviluppo locale LEADER) del Piano di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020.

La strategia è il frutto di un percorso di consultazione che il GAL ha avviato nel corso del 2016: per poter definire una strategia locale valida non si può infatti prescindere dal coinvolgimento e dalle esigenze del territorio.

Il territorio interessato è il Gemonese, il Canal del Ferro  e la Val Canale.

Una novità rispetto al passato è rappresentato dall’integrazione all’interno della SSL della Strategia «aree interne» che interessa esclusivamente l’area «Canal del Ferro – Val Canale».

La dotazione finanziaria prevista è pari a 4.500.000 euro (di cui 1.415.300 euro destinati alle aree interne).

La strategia è costruita attorno tre ambiti tematici di intervento:
– sviluppo e innovazione delle filiere e sistemi produttivi locali (agro-alimentari, artigianali e manifatturieri);
– turismo sostenibile;
– cura e tutela del paesaggio.

Un ambiente naturale di grande pregio, il turismo e le filiere produttive agroalimentari, del legno e manifatturiere possono rappresentare gli ambiti di maggior potenzialità: ci sono sia la necessità, sia la domanda di intervento per rimettere in moto l’economia locale, dare occasione ai giovani di vivere nell’area e nel contempo migliorare la qualità della vita di tutti i residenti. Tali temi sono trattati con particolare riguardo all’elemento forte che unisce tutto il territorio di competenza del GAL: la pista ciclabile Alpe Adria.
Verranno sostenuti progetti che rafforzano l’offerta territoriale, il sistema locale e possono costituire elementi utili per tessere le filiere, le reti e i progetti multisettoriali (non limitandosi a sovvenzionare un ventaglio di interventi isolati).

La Strategia di sviluppo locale è stata approvata, con alcune prescrizioni, con delibera di Giunta Regionale n. 2657 del 29 dicembre 2016.

Il Piano delle Azioni prevede diversi interventi. Di seguito è possibile scaricare le schede di misura, tenendo conto che i contenuti potranno essere oggetto di variazioni.
Sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali
Azione 1.1 – Progetti di sviluppo e innovazione delle filiere agricole
Azione 1.2 – Diversificazione delle aziende agricole
Azione 1.3 – Progetti di sviluppo e innovazione delle filiere forestali e altri settori
Turismo sostenibile
Azione 2.1 – Percorsi, strutture e servizi per la fruizione del territorio
Azione 2.2 – Servizi per l’ospitalità diffusa
Azione 2.3 – Marketing territoriale
Cura e tutela del paesaggio
Azione 3.1 – Cura e tutela del paesaggio

Per quanto riguarda la Strategia «aree interne» nella SSL sono state indicate le azioni che saranno finanziate con tali risorse aggiuntive (nel rispetto dei tre ambiti tematici prescelti) e sono:
Sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali
Azione 1.4 – Progetti di sviluppo e innovazione delle filiere agricole
Azione 1.5 – Progetti di sviluppo e innovazione delle filiere forestali e altri settori
Azione 1.6 – Rafforzamento della resilienza delle comunità locali e riattivazione dei sistemi produttivi
Turismo sostenibile
Azione 2.4 – Servizi per l’ospitalità diffusa
Tali azioni dovranno trovare conferma in un progetto d’area (definito sotto la regia della Regione con il coinvolgimento degli enti locali interessati) e saranno avviate in un momento successivo rispetto a quelle «ordinarie».

Il testo completo della Strategia sarà pubblicato non appena verranno recepite le prescrizioni della DGR 2657/2016.

Di seguito è inoltre possibile scaricare i report degli incontri specifici, che sono stati organizzati nell’ambito dei diversi settori per far emergere le azioni concrete da intraprendere per raggiungere quegli obiettivi che sono stati posti al centro della Strategia di sviluppo: l’occupazione, i servizi e  l’innovazione.
– Turismo (Report),
– Attività produttive (Report)
– Agricoltura (Report)
– con i Consorzi Vicinali (Report)
– con il Parco Naturale delle Prealpi Giulie e i tre Ecomusei (Report)
– e con altri attori locali.